Formula uno paddock

Budget cap: Fatta la legge trovato l’inganno 

Budget cap: Fatta la legge trovato l’inganno 

Circa due anni fa la Federazione internazionale ha annunciato l'introduzione di una nuova legge che ha rivoluzionato il mondo della formula uno. Ma di solito quando si fa una legge, si indica anche la punizione della trasgressione, certo dando dei range ai giudici, ma nessun reato non ha la pena. Il limite di spesa in f1 è una legge senza reato. È vero che molte volte, anche la legge di stato fa giurisprudenza dopo la sentenza, ma qui è tutto un altra questione, qui si conosce l'assassino ma non si hanno le manette per arrestarlo. La FIA si è pronunciata con una multa e una limitazione delle ore galleria del vento. Dare una multa perché hai speso troppo è come obbligare un ubriaco a comprare una bottiglia di vodka. Giustamente gli altri team ( a parte Ferrari che è democratica perfino per l'ordine del servizio del caffè nel breefing), hanno deriso la Federazione, giurando di andare oltre il budget, anche a costo di rompere tutte le camice ad Horner e ricomprarle a 900% in più del loro prezzo. 

Questo sconosciuto

I due veri significati del budget cap erano da una parte avere una Formula uno più etica, che poteva rispondere all esigenza del mondo di ridurre i costi, anche a causa della crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, soprattutto dopo il 2001. Detto sotto banco, ci sarebbe da lavorare molto di più. L'altra motivazione era ridurre il gap tra le squadre più piccole e i top team, secondo me obbiettivo parzialmente raggiunto perché abbiamo visto team come Alpine competere con Ferrari e Mercedes ( ci voleva poco!). Ora che Red Bull ha abbattuto il cappello, riducendolo a coriandoli, che succederà? Ma soprattutto sarà applicato la stessa sentenza ai prossimi evasori? Chi evadera vedrà 

Ferrari
formula uno